Mathilde Rosier, Le massacre du printemps, 2019.
Archive: Filter by: All
Close
All
Digital Library
Editions
Magazine
Projects
alterità
attivismo
biopolitica
critica d'arte
critica ecologica
filosofia politica
intersezionalità
massmedia
neuroscienze
nuove utopie
postcolonialismo
postumanesimo
queer
sottoculture
studi culturali
studi di genere
studi sociali
studi vocali
tecnologie
Cybernetic Culture Research Unit

Il Numogramma Decimale

H.P. Lovercraft, Arthur Conan Doyle, millenarismo cibernetico, accelerazionismo, Deleuze & Guattari, stregoneria e tradizioni occultiste. Come sono riusciti i membri della Cybernetic Culture Research Unit a unire questi elementi nella formulazione di un «Labirinto decimale», simile alla qabbaláh, volto alla decodificazione di eventi del passato e accadimenti culturali che si auto-realizzano grazie a un fenomeno di “intensificazione temporale”?

K-studies

Hypernature. Tecnoetica e tecnoutopie dal presente

Avery Dame-Griff, Barbara Mazzolai, Elias Capello, Emanuela Del Dottore, Hilary Malatino, Kerstin Denecke, Mark Jarzombek, Oliver L. Haimson, Shlomo Cohen, Zahari Richter
Nuove utopieTecnologie

Dinosauri riportati in vita, nanorobot in grado di ripristinare interi ecosistemi, esseri umani geneticamente potenziati. Ma anche intelligenze artificiali ispirate alle piante, sofisticati sistemi di tracciamento dati e tecnologie transessuali. Questi sono solo alcuni dei numerosi esempi dell’inarrestabile avanzata tecnologica che ha trasformato radicalmente le nostre società e il...

Hypernature. Tecnoetica e tecnoutopie dal presente
Publications, 16 December 2020
K-studies N° 3

Hypernature. Tecnoetica e tecnoutopie dal presente

Avery Dame-Griff, Barbara Mazzolai, Elias Capello, Emanuela Del Dottore, Hilary Malatino, Kerstin Denecke, Mark Jarzombek, Oliver L. Haimson, Shlomo Cohen, Zahari Richter

Dinosauri riportati in vita, nanorobot in grado di ripristinare interi ecosistemi, esseri umani geneticamente potenziati. Ma anche intelligenze artificiali ispirate alle piante, sofisticati sistemi di tracciamento dati e tecnologie transessuali.

Questi sono solo alcuni dei numerosi esempi dell’inarrestabile avanzata tecnologica che ha trasformato radicalmente le nostre società e il nostro modo di stare al mondo.

Le nuove stupefacenti tecnologie del nostro tempo prospettano scenari utopici e futuribili, infondendo speranza e fiducia nel progresso. Ma, d’altra parte, il potenziale trasformativo di queste tecnologie porta anche con sé incertezza, dubbi e paure sui possibili effetti negativi della loro diffusione.

Per sfruttare appieno le enormi potenzialità del progresso scientifico e delle innovazioni tecnologiche, oggi siamo inevitabilmente chiamati ad assumere il ruolo di consapevoli demiurghi del nostro futuro, puntando a una conoscenza critica e condivisa del dibattito. Solo in questo modo saremo in grado di ispirare nei decisori scelte rappresentative attente e informate, che tengano conto di tutte le soggettività della popolazione globale e incoraggino progettualità rivolte alle generazioni che verranno dopo di noi subendo gli effetti delle nostre scelte.

 

INDICE DEI CONTENUTI

Maurizio Balistreri
Prefazione. Le biotecnologie come nuovo strumento di liberazione e di invenzione di sé stessi

Shlomo Cohen
L’etica della de-estinzione

Kerstin Denecke
Un modello di valutazione etica per l’epidemiologia digitale

Mark Jarzombek
Onto-Paranoia

Oliver L. Haimson, Avery Dame-Griff, Elias Capello, Zahari Richter
Tumblr è stato una tecnologia trans: significato, importanza, storia e futuro delle tecnologie trans

Hilary Malatino
Bio-hackerare il genere. Cyborg, colonialità ed èra farmacopornografica

Emanuela Del Dottore e Barbara Mazzolai
Verso robot che crescono: dalla robotica cellulare alla robotica ispirata alle piante

 

Per avere una copia del volume scrivere a kabuleditions@kabulmagazine.com

More on Editions & Magazine

More on Digital Library & Projects

Iscriviti alla Newsletter

"Information is power. But like all power, there are those who want to keep it for themselves. But sharing isn’t immoral – it’s a moral imperative” (Aaron Swartz)

K-studies
K-STUDIES è una collana di volumi tematici illustrati che raccolgono le traduzioni inedite dei principali testi che animano il dibattito sociale, filosofico e culturale della contemporaneità.
Autori
  • Avery Dame-Griff
  • Barbara Mazzolai
    Barbara Mazzolai dirige il Centro di Micro-BioRobotica dell'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Pontedera, Pisa. Dopo una formazione in biologia e un PhD in Ingegneria dei Microsistemi, la sua attuale ricerca si concentra sulla robotica soft e bioinspired. È stata coordinatrice del progetto Innovative Robotic Artefacts Inspired by Plant Roots for Soil Monitoring (2012-2015). È membro del comitato scientifico consultivo del Max Planck Institute for Intelligent Systems. È membro dell'IEEE, della Società di Ingegneria in Medicina e Biologia e della Società di Robotica e Automazione.
  • Elias Capello
  • Emanuela Del Dottore
    Emanuela Del Dottore lavora presso l'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Pontedera, Pisa. La sua ricerca si concentra sull’intelligenza artificiale, sulla robotica ispirata al funzionamento delle piante e sui sistemi embedded. Dopo aver lavorato per la ForSense Technology come programmatrice e software designer, nel 2017 consegue un PhD in BioRobotica, ottenendo una borsa di studio dell'IIT con la tesi Studio e implementazione di algoritmi ispirati da movimenti e strategie di controllo delle radici delle piante.
  • Hilary Malatino
    Hilary Malatino è assistant professor presso il Dipartimento di Studi sulle Donne, il Genere e la Sessualità della Pennsylvania State University e ricercatrice associata al Rock Ethics Institute. La sua ricerca è incentrata sulle teorie critiche della sessualità, sugli studi trans e intersessuali, sui femminismi transnazionali, sulla disabilità e sull’etica medica. Il suo libro, Sexing the Monster: Intersexuality, Queer Embodiment, and Becoming (University of Nebraska Press, 2000).
  • Kerstin Denecke
    Kerstin Denecke è ricercatrice e docente di Informatica Medica presso l’Università di Scienze Applicate di Berna. Attualmente si occupa di Text Mining in ambito clinico e di applicazioni sanitarie, comprese le interfacce per il dialogo con l’utente. Denecke ha conseguito un PhD in Informatica presso l'Università Tecnica di Braunschweig. È membro della Società tedesca di Informatica, Biometria ed Epidemiologia Medica (GMDS) e del Participatory Health and Social Media Working Group (IMIA).
  • Mark Jarzombek
    Mark Jarzombek è storico, scrittore e critico dell’architettura. Insegna Storia e Teoria dell'Architettura alla MIT School of Architecture and Planning a Cambridge, Stati Uniti.Ha pubblicato A Global History of Architecture (Wiley Press, 2006) e inoltre autore di Architecture of First Societies: A Global Perspective (Wiley Press, 2014). Nel 2016 ha tenuto un Massive Open Online Course (MOOC) sulla storia globale dell’architettura presso edX.
  • Oliver L. Haimson
    Oliver L. Haimson è assistant professor presso la School of Information dell'Università del Michigan (UMSI).  La sua ricerca è focalizzata sull’Informatica Sociale (Social Computing), in particolare sullo studio della costruzione dell’identità sui social media con focus sulla rappresentazione dell’identità transgender. Nel 2018 ha conseguito un dottorato di ricerca presso il Dipartimento di Informatica dell'Università della California.
  • Shlomo Cohen
    Shlomo Cohen è lecturer presso il Dipartimento di Filosofia della Ben-Gurion University of the Negev. I suoi principali ambiti di ricerca riguardano l'etica filosofica, con una particolare attenzione alle questioni che riguardano la natura, i limiti morali, gli obblighi politici e l'etica della verità.
  • Zahari Richter