Mathilde Rosier, Le massacre du printemps, 2019.
Archive: Filter by: All
Close
All
Digital Library
Editions
Magazine
Projects
alterità
attivismo
biopolitica
critica d'arte
critica ecologica
filosofia politica
intersezionalità
massmedia
neuroscienze
nuove utopie
postcolonialismo
postumanesimo
queer
sottoculture
studi culturali
studi di genere
studi sociali
studi vocali
tecnologie
Cybernetic Culture Research Unit

Il Numogramma Decimale

H.P. Lovercraft, Arthur Conan Doyle, millenarismo cibernetico, accelerazionismo, Deleuze & Guattari, stregoneria e tradizioni occultiste. Come sono riusciti i membri della Cybernetic Culture Research Unit a unire questi elementi nella formulazione di un «Labirinto decimale», simile alla qabbaláh, volto alla decodificazione di eventi del passato e accadimenti culturali che si auto-realizzano grazie a un fenomeno di “intensificazione temporale”?

K-studies

Hypernature. Tecnoetica e tecnoutopie dal presente

Avery Dame-Griff, Barbara Mazzolai, Elias Capello, Emanuela Del Dottore, Hilary Malatino, Kerstin Denecke, Mark Jarzombek, Oliver L. Haimson, Shlomo Cohen, Zahari Richter
Nuove utopieTecnologie

Dinosauri riportati in vita, nanorobot in grado di ripristinare interi ecosistemi, esseri umani geneticamente potenziati. Ma anche intelligenze artificiali ispirate alle piante, sofisticati sistemi di tracciamento dati e tecnologie transessuali. Questi sono solo alcuni dei numerosi esempi dell’inarrestabile avanzata tecnologica che ha trasformato radicalmente le nostre società e il...

Earthbound. Superare l’Antropocene
Publications, 29 November 2020
K-studies N° 2

Earthbound. Superare l’Antropocene

Bruno Latour, Donna Haraway, Jason W. Moore, Karen Barad, T.J. Demos

L’attuale crisi ambientale che affligge il nostro pianeta pone sfide ineludibili a cui gli esseri umani non possono sottrarsi se intendono ancora preservare la propria e le altre specie e i loro ecosistemi. Il primo passo per affrontare queste sfide è quello di riconsiderare e ridefinire i termini del rapporto tra uomo e natura, individuando, all’interno dei nostri modelli economici, politici e culturali, le cause e le responsabilità storiche di questa crisi. Il passo successivo è invece quello di proporre visioni alternative del mondo, come quelle espresse nelle traduzioni inedite di questa raccolta, che siano in grado di ricollocare l’uomo non più al centro ma sullo sfondo di un ricco e complesso panorama di organismi biotici e attori abiotici in profonda connessione tra loro.

Quali sono le origini dell’Antropocene, ma soprattutto come uscirne? In che modo l’evoluzione del sistema capitalistico ha radicalmente mutato l’assetto geologico del nostro pianeta? Come l’arte, la filosofia e, più in generale, la cultura possono essere determinanti nel contrastare la devastazione ambientale in atto?

 

INDICE DEI CONTENUTI

Gaia Bindi
Prefazione. Come sfidare l’Antropocene

Bruno Latour
L’agency ai tempi dell’Antropocene

Jason W. Moore
Verso una sintesi provvisoria: l’origine del Capitalocene

Donna Haraway
Antropocene, Capitalocene, Piantagionocene, Chthulucene: creare kin

Karen Barad
Realismo ontologico agenziale

T.J. Demos
Decolonizzare la natura

More on Editions & Magazine

More on Digital Library & Projects

Iscriviti alla Newsletter

"Information is power. But like all power, there are those who want to keep it for themselves. But sharing isn’t immoral – it’s a moral imperative” (Aaron Swartz)

K-studies
K-STUDIES è una collana di volumi tematici illustrati che raccolgono le traduzioni inedite dei principali testi che animano il dibattito sociale, filosofico e culturale della contemporaneità.
Autori
  • Bruno Latour
    Bruno Latour, filosofo e antropologo, è docente emerito presso l’Istituto di studi politici di Parigi e direttore del TARDE program (Theory of Actor-network and Research in Digital Environments). Dal 2018 è membro del Zentrum fur Media Kunst (ZKM) e del HfG in Karlsruhe. Nel 2013 ha vinto l’Holberg Prize. Tra i suoi principali scritti: Laboratory Life (1986), Science in Action (1987), We have never been modern (1993), Politics of Nature (2004), Face à Gaïa: Huit conférences sur le Nouveau Régime Climatique (2015) e Down to Earth: Politics in the New Climatic Regime (2017).
  • Donna Haraway
    Donna Haraway insegna all’History of Consciousness Department dell’Università della California, Santa Cruz. È autrice di volumi che hanno influenzato il pensiero contemporaneo, come Primate Visions: Gender, Race, and Nature in the World of Modern Science (1989), A Cyborg Manifesto: Science, Technology, and Socialist-Feminism in the Late Twentieth Century (1985/1991) e Staying with the Trouble. Making Kin in the Chthulucene (2016).
  • Jason W. Moore
    Jason W. Moore è docente di Sociologia presso la Binghamton University. Ha recentemente presieduto la Political Economy of the World-System Section (ASA) e coordina il World-Ecology Research Network. È autore di numerosi volumi, tra cui Capitalism in the Web of Life: Ecology and the Accumulation of Capital (2015) e Anthropocene or Capitalocene? Nature, History, and the Crisis of Capitalism (2016), nonché di saggi di storia ambientale, economia politica e teoria sociale.
  • Karen Barad
    Karen Barad è docente di Feminist Studies, Philosophy, and History of Consciousness presso l’UC, dove co-dirige il Science & Justice Graduate Training Program, fondato dalla National Science Foundation. Dopo un dottorato in fisica teorica alla Stony Brook University, ha teorizzato il cosiddetto agential realism, introdotto nel 2007 nel libro Meeting the Universe Halfway: Quantum Physics and the Entanglement of Matter and Meaning.
  • T.J. Demos
    T. J. Demos è docente presso il Dipartimento di History of Art and Visual Culture (HAVC) presso l'UC, direttore e fondatore del Center for Creative Ecologies, storico dell’arte e scrittore focalizzato sull’arte contemporanea e la cultura visiva in relazione alla globalizzazione, alla politica, alle migrazioni e all’ecologia.