Mathilde Rosier, Le massacre du printemps, 2019.
Archive: Filter by: All
Close
All
Digital Library
Editions
Magazine
Projects
alterità
attivismo
biopolitica
critica d'arte
critica ecologica
filosofia politica
intersezionalità
massmedia
neuroscienze
nuove utopie
postcolonialismo
postumanesimo
queer
sottoculture
studi culturali
studi di genere
studi sociali
studi vocali
tecnologie
Cybernetic Culture Research Unit

Il Numogramma Decimale

H.P. Lovercraft, Arthur Conan Doyle, millenarismo cibernetico, accelerazionismo, Deleuze & Guattari, stregoneria e tradizioni occultiste. Come sono riusciti i membri della Cybernetic Culture Research Unit a unire questi elementi nella formulazione di un «Labirinto decimale», simile alla qabbaláh, volto alla decodificazione di eventi del passato e accadimenti culturali che si auto-realizzano grazie a un fenomeno di “intensificazione temporale”?

K-studies

Hypernature. Tecnoetica e tecnoutopie dal presente

Avery Dame-Griff, Barbara Mazzolai, Elias Capello, Emanuela Del Dottore, Hilary Malatino, Kerstin Denecke, Mark Jarzombek, Oliver L. Haimson, Shlomo Cohen, Zahari Richter
Nuove utopieTecnologie

Dinosauri riportati in vita, nanorobot in grado di ripristinare interi ecosistemi, esseri umani geneticamente potenziati. Ma anche intelligenze artificiali ispirate alle piante, sofisticati sistemi di tracciamento dati e tecnologie transessuali. Questi sono solo alcuni dei numerosi esempi dell’inarrestabile avanzata tecnologica che ha trasformato radicalmente le nostre società e il...

Fucking Hell
Magazine, OTHERING – Part I - Settembre 2019
Tempo di lettura: 1 min
Jake & Dinos Chapman

Fucking Hell

La cover di OTHERING Part I, no. 15 di KABUL magazine.

Jake & Dinos Chapman, Fucking Hell, 2008, Glass-fibre, plastic and mixed media (9 parts), Variable dimensions, © the artist, Photo: Hugo Glendinning
Courtesy White Cube, Pinault Collection.

 

«L’idea è nata dal caos, dal caos delle nostre conversazioni, anche se non abbiamo mai avuto davvero nulla da dire. È la stessa idea più e più volte, rigurgitata. Abbiamo comprato 60.000 soldatini, li abbiamo fatti a pezzi, rimodellati e rifusi. I soldatini erano la forma più inappropriata a cui potevamo pensare, perché esistono nel regno del gioco. Inoltre, sottraggono alla morte la sua portata. Abbiamo messo i soldati in nove vetrine e poi li abbiamo disposti a formare una svastica – questa è stata un’idea di Hitler! Mettere qualcosa dietro il vetro aumenta il livello del voyeurismo: si diventa implicati, solo dall’atto di guardare»

(Dall’intervista di Kate Abbott, “How we made”, a Jake e Dinos Chapman per «The Guardian»)

More on Magazine & Editions

More on Digital Library & Projects

Iscriviti alla Newsletter

"Information is power. But like all power, there are those who want to keep it for themselves. But sharing isn’t immoral – it’s a moral imperative” (Aaron Swartz)

di Jake & Dinos Chapman
  • Jake & Dinos Chapman sono una coppia di artisti concettuali britannici, considerati tra i maggiori esponenti della Young British Art. Le loro opere sono state esposte in alcuni dei maggiori musei e gallerie internazionali, come Gagosian Gallery di New York, la White Cube Gallery di Londra, la Tate Britain a Londra, la Triumph Gallery di Mosca e il PS1 Contemporary Art Center di New York e molti altri.